Stai pensando di acquistare o sostituire gli infissi di casa? Allora devi conoscere le novità in merito al bonus infissi 2019.

Si parla di detrazione al 50% e non più al 65% come era prevista dall’Ecobonus, anche se l’intervento risulta importante per il miglioramento della classe energetica.

I nuovi bonus per la casa 2019 sono i seguenti:

Bonus per le ristrutturazioni che comprende una spesa fino a 96.000 euro di spesa, che è possibile suddividere in 10 quote annuali;
Ecobonus. Con l’Ecobonus 2019 spetta una detrazione del 65% e 50% per gli interventi volti al risparmio energetico. La spesa massima è di 100.000 euro, sempre divisibili per 10 quote annuali;

Bonus verde per coloro che possiedono balconi e giardini, la cui detrazione è pari al 36% per riqualificazione urbana, e intendono rinnovarla;

Bonus caldaie. Per l’installazione di una caldaia a condensazione di classe A con valvole di termoregolazione, la detrazione fiscale prevista arriva fino al 65%;

Bonus mobili. Se hai migliorato l’efficienza energetica della casa e se hai effettuato interventi di recupero edilizio, puoi usufruire di una detrazione pari al 50% per l’acquisto di lavabi, mobili, elettrodomestici, cucina

Bonus zanzariere. Se si acquistano zanzariere dotate di schermature solari, si può ricevere fino al 50% di detrazione;

Bonus tende da sole. L’acquisto di tende da sole ti permette di usufruire di una detrazione fiscale del 50%;

Bonus infissi. Può rientrare sia nell’Ecobonus 2019 sia nel bonus ristrutturazioni. La detrazione è al 50%, per l’acquisto di finestre più efficienti e isolanti. In questa categoria rientrano appunto gli infissi in PVC o alluminio o legno – alluminio.

Le spese detraibili al 50% con il bonus infissi 2019 – secondo la guida alle ristrutturazioni edilizie dell’Agenzia delle entrate – sono le seguenti:

Tutti gli interventi per rafforzare, sostituire o installare cancelli o recinzioni;
Interventi per installare grate sulle finestre o che prevedono, in alternativa, una loro sostituzione;
Installazione di nuovi saracinesche;
Installazione di rilevatori di apertura o effrazione sui serramenti;
Installazione tapparelle metalliche con bloccaggi e vetri antisfondamento;
Installazione di telecamere per la videosorveglianza.

La detrazione al 50% è suddivisa in 10 quote annuali per le spese entro il limite di 96.000 euro.

Il bonus finestre 2019 prevede anche degli interventi per:

Allargare le finestre esterne;
La sostituzione e la riparazione di davanzali di finestre e balconi;
La sostituzione, ma senza modifica, degli infissi.

Per accedere al bonus finestre con l’Ecobonus – se si tratta di sostituzione degli infissi e non nuova installazione – occorre il miglioramento degli indici di trasmittanza termica, con un limite di spesa non superiore a 60.000 euro. Per ottenere il bonus è necessario che questi indici restino uguali a quelli iniziali, altrimenti la detrazione non viene riconosciuta.

Come richiedere il bonus per gli infissi 2019 agenzia delle entrate

Bisogna inviare la Comunicazione di Inizio lavori all’ASL tramite raccomandata A.R. e pagare le spese agevolabili con bonifico parlante, o bonifico online o ancora bonifico postale.

Occorre mostrare anche la causale del versamento – necessaria per applicare la trattenuta del 8% come previsto dalla legge – il codice fiscale del beneficiario e del destinatario del pagamento.

La detrazione del 50% sull’Irpef o Ires, spetta al proprietario dell’immobile, al titolare del diritto di godimento e a colui/coloro che pagano le spese di installazione.

Se desideri sostituire o acquistare nuovi infissi per le porte e le finestre di casa o dell’ufficio, è questo il momento di farlo.

CHIEDI IL TUO PREVENTIVO

Intervento

Privacy

kw

Come usufruire del bonus infissi
bonus infissi
bonus infissi 2019
bonus infissi agenzie delle entrate
bonus infissi 2019 agenzia delle entrate
ecobonus infissi 2019
detrazioni cappotto termico 2019
riqualificazione energetica 2019
detrazioni infissi 2019